Venerdì 02 Lug, 2021

Il digitale mette il turbo alla cultura

Elio Pariota
Elio Pariota
784 2

In tempi di Covid i consumi culturali degli italiani hanno messo il turbo.Lo studio di Intesa Sanpaolo in collaborazione con l’Associazione Italiana degli Editori e con BookCity non lascia dubbi: grazie all’online nel 2020 un lettore su quattro ha incrementato i suoi acquisti di libri; il fatturato è aumentato del 54% e nei primi cinque mesi del 2021 la crescita è già del 47%.

Non solo acquisti di libri in rete, ma anche eventi online. Più del 60% degli intervistati ha assistito durante il lockdown a concerti, conferenze, opere teatrali e così via.

Per non parlare degli ebook e degli audiolibri (+43%) che hanno avvicinato enormemente i giovani alla lettura.Certo, la voglia di tornare a fruire fisicamente dei luoghi culturali accomuna il 50% del campione, ma la percezione è che del digitale non se ne possa più fare a meno. Anche post pandemia.

Commenti
Autore Commento
Domenica 04 Lug, 2021 Mario Palmiero

Il Covid ha segnato uno di quei momenti dell’umanità che, storicamente e ciclicamente, portano ad un cambio di passo e/o un'accelerazione di eventi, usi, tecnologie o culture. In questo caso non si è trattato di una scoperta, di un’invenzione o di un fenomeno naturale, ma non per questo non se ne possono ignorare le conseguenze. Come spesso accade in natura, da situazioni di emergenza le specie riescono a modificare usi e abitudini per garantirsi la sopravvivenza; spogliato di tutte le sovrastrutture sociali e culturali, l’essere umano si comporta esattamente nella stessa maniera e in questo caso - costretto dagli eventi - ha imparato ad usare nella vita di tutti i giorni, suo malgrado, uno strumento già in suo possesso, ma per retaggio ed abitudini non pienamente sfruttato. Ora che ne ha pienamente conosciuto (e apprezzato) le potenzialità, non torna più indietro, e la percezione del digitale diventa consapevolezza. E la portata di questa accelerazione è ancora di lì da essere compresa appieno.

Autore Commento
Domenica 04 Lug, 2021 Vincenzo Merlino

Anch'io penso che tale processo tecnologico e di diversificazione avrà sempre più impulso e che non ci abbandonerà più. Personalmente, nelle giuste proporzioni, lo apprezzo e sono dell'idea che la strada sarà quella appunto di coniugare e bilanciare quanto più possibile le due modalità. D'altronde la cultura e il sapere sono sempre tali, a prescindere dal supporto o dal contesto più o meno etereo/virtuale con i quali vengono fruiti. Buona settimana. VM

Lascia un Commento
Commento inviato con successo! Ricarica la pagina.