L'Editoriale del Direttore Il fascino intramontabile del brand Festival di Sanremo
Martedì 11 Feb, 2020

Il fascino intramontabile del brand Festival di Sanremo

Elio Pariota
Elio Pariota
659 1

Spenti i riflettori sul settantesimo festival di Sanremo restano i numeri. E che numeri!
Per Amadeus, Fiorello e le dieci co-conduttrici la soddisfazione di aver fatto centro: con la media del 54,78%, l'edizione 2020 è risultata essere la più vista in termini di share dal 1999.
Come dire, il fascino della kermesse canora più gettonata dagli italiani non tramonta mai.
Il Palco dell’Ariston per cinque lunghissime serate si trasforma in uno straordinario contenitore di gossip, critiche, esibizioni bizzarre, all’insegna di uno spettacolo autenticamente nazional popolare.
Che non vuol dire appiattimento di gusti ed interessi, bensì espressione di valori condivisi da gran parte della nazione ed esaltati attraverso la musica.
Il Made in Italy non è solo arte, moda ed enogastronomia. È anche musica.
Che ha in Sanremo il suo intramontabile brand.

Commenti
Autore Commento
Mercoledì 12 Feb, 2020 Mario Palmiero

È proprio così. L’Italia è percepita all’estero come il Paese dell’arte, della moda, della gastronomia e della musica. Addirittura potremmo parlare di musica come strumento di Brand Identity italiano. La musica più di tutto è un qualcosa accompagna le nostre vite, è ovunque, anche dentro di noi, nelle nostre menti, e spesso legata a canzoni e melodie che rimandano a immagini ben precise, come l’immagine di un Paese. E con una forza incredibile direi, perché le persone possono chiudere gli occhi, ma difficilmente possono tapparsi le orecchie. Colgo l’occasione per una riflessione personale sul tema. Si sa che è in Italia che è nata l’Opera: è qui che è stata creata la prima opera lirica della storia nel 1607, l'Orfeo di Claudio Monteverdi, ed è sempre qui che nel 1637 venne inaugurato il primo teatro d’Opera pubblico al mondo, il San Cassiano di Venezia. Insomma, Opera uguale Italia nel mondo, universalmente conosciuta e apprezzata come impronta musicale del nostro Paese. Eppure, l’azienda italiana dell’Opera lirica è in profonda crisi, sia a causa della situazione economica del Paese sia per il crescente disinteresse per tale settore. Che la musica leggera tanto sbandierata a Sanremo l’abbia sostituita nei cuori degli italiani? Così ci vedranno all’estero? Vi prego, no! La lirica è cultura, Achille Lauro…

Lascia un Commento
Commento inviato con successo! Ricarica la pagina.