L'Editoriale del Direttore L'EDITORIALE DEL DIRETTORE ELIO PARIOTA: LA QUERELLE SUL FARO DEL DUCE
Sabato 11 Feb, 2017

L'EDITORIALE DEL DIRETTORE ELIO PARIOTA: LA QUERELLE SUL FARO DEL DUCE

Elio Pariota
Elio Pariota
2545 5
C’è un faro in terra romagnola, a Rocca Delle Caminate tra Predappio e Meldola, che durante il Ventennio s’illuminava quando il Duce soggiornava in Romagna. La provincia di Forlì, con il benestare del sindaco di Predappio, vuole riaccenderlo a fini squisitamente turistici. Per qualcuno siamo addirittura al reato di apologia del fascismo, tant’è che è già pronta un’interrogazione parlamentare al Ministro dell'Interno Marco Minniti. Non sappiamo come andrà a finire, ma una cosa è certa: la querelle non interessa un fico secco alla stragrande maggioranza degli italiani. E non per scarsa attenzione nei confronti di una tragedia nazionale culminata in una sanguinosa guerra civile. E neppure perché a quasi un secolo di distanza le responsabilità di chi consegnò l’Italia tra le braccia di Hitler rischino di venire risucchiate nell’oblio, quasi in una voluta sospensione del ricordo. No. La questione del faro del Duce interessa poco perché i simbolismi reggono a malapena in una società che tutto trasforma alla velocità del suono. Dubito che dalla eventuale riaccensione del faro possa rinvenirsi qualche apprezzabile appeal turistico. Ma scandalizzarsi dell’iniziativa mi pare francamente un’esagerazione.
Commenti
Autore Commento
Sabato 11 Feb, 2017 Filippo

In Italia ci dovremmo "scandalizzare" per l'accensione di un "Faro" che, seppur urilizzato in epoca fascista, non può certamente rappresentare una minaccia per nessuno!!! Ci dovremmo, invece, vergognare ed indignare per come la classe politica tratta noi italiani: non possiamo più esprimere "democraticamente" la nostra volontà politica; ci massacrano con tasse che servono solo a foraggiare chi ci sta prosciugando l'esistenza (con le mie tasse pago pure lo stipendio ai senatori a vita che non sono neanche stati eletti dal popolo..cfr "Monti")...e di cose, c'è ne sarebbero da dire!!!...tutto questo, ed altro, rappresenta SI una vera minaccia e scandalo per l'Italia..o meglio l'ItaGlia"...

Autore Commento
Sabato 11 Feb, 2017 Redazione MyPegaso

Grazie per la segnalazione, refuso corretto.

Autore Commento
Sabato 11 Feb, 2017 Emilio

Comunque Minniti è ministro dell'interno e non della giustizia

Autore Commento
Sabato 11 Feb, 2017 Giovanni De Rosa

La storia ci insegna a non commettere più errori del passato e a flettere su ciò che ci ha preceduto . Penso che anche se un Faro sia stato usato in epoca fascista come simbolo di un partito , non ci sia niente di male ad usarlo per scopi diversi . Potrà essere un' icona del Bel Paese per le generazioni future e per le migliaia di turisti. Bisogna sempre analizzare bene il fine di un azione e usare un simbolo storico/ artistico Emiliano non può che giovare al territorio .

Autore Commento
Sabato 11 Feb, 2017 Fabrizio De Paola

Mi scusi, ma se interessa poco agli italiani, poco a Lei ma allora figuriamoci a chi potrebbe interessare il mio commento. Evidentemente solo a chi vuole sapere se io sono di destra o di sinistra. Mah chissà perché ?

Lascia un Commento
Commento inviato con successo! Ricarica la pagina.