Startup Discovery

 
 
Tematica SSD CFU
Startup Ecosystem. Con il termine startup non si intende la fase iniziale di sviluppo di un’impresa, bensì, un business model che cresce e scala velocemente. È un settore composto da operatori di mercato e regole specifiche, che è fondamentale conoscere 5
Technology Trend. Per poter sviluppare un business model di successo, è necessario conoscere e sperimentare le nuove tecnologie sulle quali si stanno concentrando i principali investimenti a livello mondiale. L’impiego delle nuove tecnologie nei business model rende più interessante la startup agli occhi di un potenziale investitore. 4
Idea Generation. Il pensiero laterale permette di trovare soluzioni non convenzionali ai problemi che ogni giorno una startup si trova a dover affrontare. Il brainstorming e le tecniche di creatività sono un valido strumento di problem solving, soprattutto nelle situazioni in cui le soluzioni convenzionali risultano poco efficaci. 5
Business Model. Per creare valore nel lungo periodo è necessario definire da subito un Business Model, ovvero, il target di clienti, il valore offerto, le revenue stream, i canali di acquisizione e tutte le componenti del business che rendono sostenibile la startup. 5
Technology Benchmarking. L’analisi dei concorrenti è un fattore essenziale per la conoscenza del mercato e per identificare un vantaggio competitivo. Ad oggi è possibile analizzare i competitor grazie alle informazioni che sono pubblicate su internet 10
Market Analysis. La conoscenza del mercato è un fattore determinante per avviare un business di successo. L’investitore viene attratto da mercati grandi e che crescono velocemente, per cui l’analisi delle dimensioni del mercato diventa uno step fondamentale che ogni imprenditore deve compiere. 5
Value Proposition. Non c’è niente di peggio che avere una buona soluzione e comunicarla male. La value proposition definisce la proposizione di valore che caratterizza la nostra soluzione nella mente dei clienti. Va scelta con estrema cura e attenzione. 5
Lead Generation. La lead generation è il processo per la creazione di contatti interessati al prodotto/servizio che stiamo proponendo al mercato. Impostare una strategia di acquisizione dei clienti, definendo un “Funnel Marketing” specifico per il nostro business, è cruciale per poter monitorare ed ottimizzare gli investimenti in comunicazione. 4
Agile Methodology. La metodologia Agile è stata creata per gestire il processo di sviluppo di un prodotto a livello software. Serve a coordinare il team e lavorare sullo sviluppo in maniera efficiente ed efficace. 4
Minimum Viable Product. L’MVP (Minimum Viable Product), ovvero Minimo Prodotto Fattibile, è il prototipo che consente di testare la value proposition realizzato con il minimo delle risorse possibili. Spesso, prima di lanciare una piattaforma, si perde molto tempo nello sviluppo di tutte le funzionalità, quando basterebbe sviluppare la sola funzionalità che il nostro target di clienti ci chiede per testare la bontà della soluzione. 6
Pitch. Saper vendere e comunicare la propria soluzione è importante almeno quanto saperla sviluppare. Il Pitch è la presentazione sintetica ed efficace della nostra idea in pochi minuti volta a destare interesse da parte di un investitore o cliente 7

In un panorama dominato dall’innovazione tecnologica, sono sempre più gli imprenditori che decidono di fondare una Startup, ossia, un’impresa che sfrutta i vantaggi delle piattaforme online (costi accessibili, e-commerce, canali social, network mondiale) per affermarsi in un segmento di business scalabile e ripetibile. 

Il corso online Startup Discovery fornisce le competenze di base per strutturare la propria business idea all’interno di un presentazione (pitch) in grado di attrarre i fondi di potenziali investitori. 

 

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica “PegasOnLine”, dove potrà reperire tutti gli strumenti didattici elaborati e a sua disposizione 24h su 24h:

  • Lezioni video on-line;
  • Documenti scaricabili correlati;
  • Bibliografia;
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  • Power Point editabile per l’invio del proprio progetto imprenditoriale.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Superamento della prova finale orale che si svolgerà in presenza.

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli.

 Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle sedi d'esame, in Italia, dell'Ateneo.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

·   Diploma di istruzione secondaria