Europrogettazione: tecniche di redazione e gestione di progetti europei

Nell’attuale periodo storico, caratterizzato da una forte contrazione delle fonti di finanziamento statali, i fondi europei rappresentano uno strumento indispensabile per lo sviluppo locale, per creare occupazione e  sostenere la competitività delle imprese europee. In tale contesto le competenze dell’europrogettista e la formazione di figure in grado di ideare e attuare interventi che migliorino concretamente la qualità della vita dei cittadini e aumentino le opportunità di business per le imprese sono divenuti fattori indispensabili sia in ambito pubblico che privato. Le competenze in progettazione europea sono infatti particolarmente richieste da enti pubblici e privati, tra cui enti locali, università, associazioni non profit, imprese sociali, PMI innovative e consorzi, centri di ricerca. L’expertise dell’euro-progettista arricchisce in modo determinante qualsiasi profilo professionale, aumentandone la spendibilità sul mercato del lavoro.

Tematica SSD CFU
Le opportunità di finanziamento fino al 2020: chiavi di lettura dei bandi e approccio strategico ai finanziamenti europei 5
Dall’idea alla scrittura di un progetto completo, innovativo e a valore aggiunto europeo 12
Determinazione del fabbisogno finanziario, costruzione del Budget e rendicontazione dei costi di progetto 10
La costruzione di un partenariato vincente e la gestione del progetto approvato 10
I fattori di successo: tips & tricks 3
LAB: Industria culturale e creativa 5
LAB: Start-up e imprese innovative 5
LAB: Inclusione e innovazione sociale 5
LAB: Ambiente e sviluppo locale sostenibile 5
  • Trasferire competenze specialistiche in materia di fund raising, project design, proposal management di progetti europei;
  • Favorire la diffusione del know-how necessario per accedere alle numerose opportunità di finanziamento europeo;
  • Sviluppare una professionalità in grado di generare interventi progettuali innovativi, sostenibili e a valore aggiunto europeo

Laureati, professionisti, imprenditori, dipendenti pubblici, ricercatori universitari, organismi del terzo settore.

L’erogazione del Master si svolgerà in modalità e-learning, con piattaforma accessibile 24ore/24.

Il master avrà una durata di studio pari a 1500 ore (60 CFU). Il modello di sistema e-learning adottato prevede l’apprendimento assistito lungo un percorso formativo predeterminato, con accesso a materiali didattici sviluppati appositamente e fruibili in rete e ad un repertorio di attività didattiche interattive, individuali e di gruppo, mediate dal computer e guidati da tutor/esperti tecnologici e di contenuto, in grado di interagire con i corsisti e rispondere alle loro domande. Lo studio dei materiali didattici digitali/video lezioni dei docenti con animazioni grafiche) e a stampa (dispense e/o testi) avviene di regola secondo tempi e disponibilità del singolo corsista durante le 24 ore della giornata.

I partecipanti apprenderanno le tecniche di identificazione delle opportunità di finanziamento, di costruzione e presentazione dell’idea progettuale, di gestione del progetto approvato, approfondendo i principali aspetti tecnici, organizzativi, amministrativi, finanziari relativi alle varie fasi dell’euro-progettazione.  La metodologia formativa prevede n.40 video-lezioni da 30 minuti intervallate da laboratori, esercitazioni e simulazioni guidate finalizzate a mettere immediatamente in pratica quanto appreso, con il supporto del docente/tutor durante sessioni di videoconferenza e lavori di gruppo e di brainstroming in piattaforma; l’approccio didattico è dunque caratterizzato dal “learning by doing” prevedendo il coinvolgimento attivo dei partecipanti in tutte le fasi del percorso. Quattro laboratori tematici saranno finalizzati alla verifica del grado di apprendimento raggiunto dagli utenti. Sarà sempre utilizzata la documentazione ufficiale dei bandi europei e quella di progetti approvati per poter trasferire, in modo empirico, le corrette modalità per affrontare in modo vincente i bandi europei.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Partecipazione alle attività di rete;
  • Superamento della prova finale che si svolgerà in presenza (modalità scritta).

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.
Gli esami finali si terranno presso la sede di Napoli.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50, gli esami potrebbero essere svolti nelle sedi d'esame, in Italia, dell'Ateneo.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

  • Diploma di laurea quadriennale del previgente ordinamento;
  • Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.