Descrizione

In Italia le applicazioni gestionali correlate al Building information model (Bim) sono ancora una nicchia per pochi appassionati, ma ci si sta muovendo. Le tecnologie sono già disponibili, assicurano gli operatori. Bisogna conoscerle e ridisegnare i processi di progettazione edilizia.

Il percorso formativo è focalizzato sulla formazione dei BIM Manager ovvero professionisti nell'ambito di progetti integrati. Il corso parte da quanto definito dal Parlamento europeo in materia di appalti (European Union Public Procurement Directive, EUPPD) e nell’impiego del BIM nelle attività di progettazione nel settore delle costruzioni per le opere pubbliche realizzate con fondi della Unione Europea a partire dal 2016.

Nella progettazione architettonica, non si disegna più una semplice pianta, sezione o prospetto di un edificio ma si realizza un solido tridimensionale nel quale, ad ogni elemento costruttivo, sono associati dei valori numerici relativi alle dimensioni, alla posizione, ai materiali di cui è composto, permettendo un controllo diretto delle interazioni tra le varie componenti l'edificio. Con i software Bim le piante, i prospetti e qualunque modellino serva, sono automaticamente generati dal programma e vengono aggiornati a ogni minima modifica dei parametri, impedendo i classici errori di distrazione, tipici del disegno a mano e con il Cad.

Il Bim è stato recentemente al centro della presentazione dell'ultimo rapporto congiunturale sul mercato delle costruzioni pubblicato dal Cresme: la "rivoluzione Bim" viene presentata come la soluzione per poter abbattere i costi nella filiera, con stime fino al 30%, anche oltre l'obiettivo del 20% a cui puntano le politiche europee. Il Cresme cita proprio il Bim tra le «nuove aree dell'innovazione negli anni 2010-2020». Nasce così l'esigenza di preparare le figure professionali chiave in grado di gestire questo cambiamento e le nuove tecnologie. I bim manager sono oggi tra le figure professionali più richieste e remunerate in campo internazionale: si pongono come esperti nell'impostazione delle modellazione 3D, delle procedure progettuali, delle tecniche per comunicare il progetto a vantaggio della proprietà, delle stazioni appaltanti, dei developer e dei contractor.

Finalità

Il master si pone come finalità la formazione di un tecnico qualificato alla gestione del processo di progettazione integrata. In linea con quanto definito dal Parlamento europeo in materia di appalti (European Union Public Procurement Directive, EUPPD) e l'impiego del BIM nelle attività di progettazione nel settore delle costruzioni per le opere pubbliche realizzate con fondi della Unione Europea a partire dal 2016, il corso si articola in percorsi formativi basati su normative di riferimento, trattamento dei dati e responsabilità oggettive oltre che con una formazione tecnico specialistica sull’impiego di alcune applicazioni. Alcune basi teoriche ed applicative consentiranno agli studenti di gestire i files e i progetti redatti in ambito di progettazione integrata. Verranno illustrati alcuni software di uso comune e la funzionalità nonché gli ambiti di applicazione.

La formazione di base, consentirà di avere una chiara idea di quelle che possono essere le prospettive di miglioramento nella gestione degli appalti, la validazione del progetto e il controllo delle interferenze, nonché l’avanzamento lavori. Particolare importanza viene data ai project work su casi studio. Il percorso formativo è focalizzato sulle tematiche legate agli strumenti per la progettazione integrata BIM. La progettazione architettonica, impiantistica, energetica, strutturale, la gestione dei cantieri e la gestione degli edifici saranno supportati da strumenti software fra loro compatibili, in logica BIM per soluzioni aderenti al caso nuovi edifici ed infrastrutture, che nel recupero del patrimonio edilizio, culturale ed infrastrutturale esistente.

Strumenti didattici

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  1. Lezioni video on-line;
  2. documenti cartacei appositamente preparati;
  3. bibliografie;
  4. sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  5. test di valutazione.

Titoli per l'ammissione

  • Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.