Conoscere ed analizzare i fattori e le dinamiche degli eventi criminosi che producono sicurezza oggettiva e contribuiscono alla percezione di insicurezza (sicurezza soggettiva), con attenzione alla loro dislocazione nel territorio, prevedibilità nel tempo e modificabilità attraverso gli interventi; decidere gli interventi necessari alla prevenzione dell’evento (riduzione delle opportunità) e quelli necessari a minimizzarne l’impatto.

Tematica SSD CFU
ELEMENTI DI DIRITTO PENALE E PROCEDURA PENALE 15
DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE PREVENZIONALE 9
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE 9
TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA 6
GESTIONE DEL RISCHIO E CRISIS MANAGEMENT 6
ELEMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO 9
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO: -CONFINATI -STRATEGICI -TRASPORTI -AMBIENTE - NUCLEARE 6

Con ciascuno degli studenti sono previsti colloqui individuali all’inizio del primo anno e nei periodi successivi per comprendere gli interessi dello studente, definirne gli sbocchi professionali e indicandogli attività integrative opzionali finalizzate all’arricchimento del proprio curriculum professionale in vista della collocazione sul mercato del lavoro. A titolo esemplificativo sono indicati alcuni sbocchi professionali:

Settore Imprese: aziende multinazionali e nazionali attente alla business security e continuità richiedono in modo crescente nuove figure professionali da inserire nella propria struttura organizzativa. Le abilità che si richiedono sono generalmente buone capacità relazionali, buona/ottima conoscenza della lingua inglese, conoscenze base di criminologia, diritto penale e civile, economia, informatica, gestione del rischio e statistica.

Altri possibili sbocchi professionali nel settore dell’impresa riguardano l’organizzazione di servizi di security, le agenzie investigative private e le società di consulenza specializzate.

Settore Organismi Internazionali: per accedere agli organismi internazionali requisito indispensabile, oltre ad ottime capacità relazionali, è la conoscenza della lingua inglese. Il lavoro nel settore della criminalità e della sicurezza nell’ambito delle Organizzazioni Internazionali come le Nazioni Unite e le sue Agenzie (come UNODC), il Consiglio di Europa, l’Unione Europea e le sue Agenzie come Europol ed Eurojust consiste in prevalenza nella collaborazione a progetti di assistenza tecnica e di ricerca sull’analisi delle tendenze della criminalità e sulla predisposizione di politiche ed interventi per prevenirla e combatterla. Particolarmente importanti sono il tema dell’armonizzazione della raccolta dati e dell’analisi d’impatto delle normative. Per un inserimento a livelli più alti è preferibile il possesso di un titolo di dottore di ricerca.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica “PegasOnLine”, dove potrà reperire tutti gli strumenti didattici elaborati e a sua disposizione 24h su 24h:

  • Lezioni video on-line;
  • Documenti cartacei appositamente preparati;
  • Bibliografia;
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  • Test di valutazione.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Partecipazione alle attività di rete;
  • Superamento della prova finale che si svolgerà in presenza in forma orale.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli.
Ulteriori appelli d’esame si terranno nelle città di Palermo, Catania, Agrigento, Roma, Bologna, Torino, Campobasso, Benevento e Taranto, previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

  • laurea specialistica;
  • laurea di vecchio ordinamento o altro titolo di studio universitario conseguito all'estero riconosciuto idoneo.