Project Management per RUP

Tematica SSD CFU
La nuova sanità tra pubblico e privato. La complessità del sistema verso una nuova organizzazione 5
Progetto e Project Management 2
Contesto e gestione stakeholder 4
Le strutture organizzative, il program e portfolio management, la governance dei progetti. Figure professionali 1
Criteri di successo del progetto, strategia di progetto e requisiti ed obiettivi, il responsabile di progetto (project manager), modelli di maturità di pm 1
Fasi del progetto (ciclo di vita), gruppi di processo: avvio, pianificazione, esecuzione, controllo, chiusura 1
I gruppi tematici 1
Gestione dell’Integrazione di Progetto 1
Gestione dell’ambito di progetto: WBS Gestione dei Tempi di progetto Gestione delle Risorse di Progetto Gestione della Contrattualistica 6
Etica della comunicazione: comunicazione con enti pubblici e privati 1
Gestione della Qualità di progetto 1
Gestione dei Rischi di progetto 2
Gestione dei Costi di progetto 4
Standard e normative 2
Gestione della configurazione ,modifiche e documentazione di progetto 1
Le conoscenze comportamentali 4
Strategie aziendali e contesti organizzativi – sanitari 8
Program Management in sanità: reingegnerizzazione e integrazione dei processi sanitari e di progetto come sistema di supporto alle decisioni (Problem solving) 5
Il processo di gestione dei cantieri in ambito sanitario 5
Sicurezza vs. sostenibilità dei progetti 5
Prova finale 0

L’obiettivo del Master è la preparazione di una figura professionale che dovrà svolgere il ruolo del responsabile unico del procedimento (RUP) nell’ambito della Pubblica Amministrazione e che racchiude le caratteristiche di un leader.   

L’iniziativa nasce dalla necessità di:

  • diffondere la cultura del project management in contesti complessi quali il settore sanitario;
  • supportare  l’imprescindibile esigenza per le aziende, di conciliare tempi, costi e qualità dei prodotti e dei servizi offerti;
  • supportare le ASL e gli Opedali stessi che cercano di dare maggior valore alla professione del Project Manager.

Ne sono la testimonianza:

  • l’emanazione da parte di ANAC delle Linee Guida n. 3 di attuazione  del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Nomina, ruolo e compiti del Responsabile Unico del Procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni”;
  • la pubblicazione della Norma UNI 11648 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza nonché i requisiti relativi all'attività professionale del Project Manager;
  • la pubblicazione in "Banca Dati Accredia - Figure Professionali  certificate" dei riferimenti relativi ai Project Manager professionisti.

Il corsi è organizzato con il contributo scientifico di ISIPM, Istituto Italiano di Project Management. ISIPM è un’associazione per la diffusione della cultura del project management in Italia e per la valorizzazione della professione del Responsabile di Progetto e degli altri ruoli professionali di project management. 

Il progetto didattico si propone, oltre che di iniziare i partecipanti alla cultura del project management, di conseguire le conoscenze riguardanti la certificazione di base e la qualificazione di project management avanzato.

Il percorso è destinato a chi si occupa prevalentemente di gestione di progetti. In particolare, le figure professionali più specifiche sono le seguenti:

  • Funzionari, quadri e dirigenti della pubblica amministrazione locale;
  • RUP – Responsabili unici di Procedimento;
  • Responsabili funzionali o di Business Unit;
  • Liberi professionisti;
  • Responsabili della progettazione (Project Leader);
  • Direttori generali.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  • Lezioni video on-line;
  • documenti cartacei appositamente preparati;
  • bibliografie;
  • sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  • test di valutazione.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;

  • partecipazione alle attività di rete;
  • superamento della prova finale in presenza. 

Gli esami potranno essere svolti nelle sedi d'esame, in Italia, dell'Ateneo secondo la normativa dello stesso.

  • Diploma di laurea magistrale.