L’INFERMIERE DI FAMIGLIA E DI COMUNITA’

Il Master ha lo scopo di sviluppare competenze avanzate necessarie alla gestione infermieristica dei bisogni dei singoli cittadini e delle comunità, lavorative ed assistenziali del territorio nel quale è necessario gestire, pianificare, realizzare, monitorare e valutare strategie assistenziali preventive, globali, continue, tempestive e di elevata qualità in risposta ai problemi di salute reali o potenziali che possono manifestarsi in contesti di vita comune o di lavoro, a domicilio o in strutture sanitarie di comunità.

Inoltre, propone di rispondere ad una Domanda Formativa espressa dal territorio.

Il Nursing di comunità è indirizzato a individui e famiglie in contesti extraospedalieri. I cambiamenti che si sono verificati nel sistema sanitario e nella società negli ultimi anni hanno aumentato il bisogno di assistenza a livello ambulatoriale e domiciliare. Lo spostamento dell’erogazione dell’assistenza sanitaria da un contesto intraospedaliero a uno extraospedaliero è dovuto a numerosi fattori, di natura demografica (crescente numero di adulti), legislativa, amministrativa ed economica (regole più severe imposte dalle compagnie assicurative, riduzione delle entrate negli  ospedali). Anche l’evoluzione della professione infermieristica e l’aumento della cronicità hanno influito sul contesto della comunità

Tematica SSD CFU
EDUCAZIONE ALLA SALUTE NELLA FAMIGLIA 10
ASPETTI GENERALI,ORGANIZZATIVI E NORMATIVIALLA SANITA’ PUBBLICA 7
I SERVIZI TERRITORIALI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI 5
MODELLI ORGANIZZATIVI REGIONALI 5
INFERMIERE DI FAMIGLIA:PROFILO E RIFERIMENTI LEGISLATIVI 5
CONTINUITA’ ASSISTENZIALE OSPEDALE-TERRITORIO 5
COMPETENZE TEORICO PRATICHE IN RIFERIMENTO ALLE PATOLOGIETRATTATE IN ETA’ ADULTA E PEDIATRICA 5
LA RICERCA: INDAGINE E METODO DI LAVORO PER L’INFERMIERE OPERANTE IN SANITA’ PUBBLICA 5
SICUREZZA 0
TIROCINIO 5
ESAME FINALE 8

Al termine del Master, l'infermiere di famiglia e di comunità sarà in grado di:

- Identificare ed analizzare lo stato di salute e i bisogni delle persone, della famiglia e della comunità intervenendo sulle priorità;

- Promuovere, progettare e supervisionare il miglioramento della  salute attraverso attività di prevenzione;

- Fornire interventi educativi attraverso una progettazione dei livelli assistenziali territoriali legati al contesto sociale.

- Operare in vari contesti di comunità extraospedaliera, quali distretti, ambulatori di medicina generale, strutture residenziali scuole, Hospice, luoghi di lavoro, cliniche, sanità penitenziaria, rifugi per senzatetto, ambulatori infermieristici e il domicilio degli assistiti.

- Implementare modelli organizzativi per ampliare le potenzialità dei servizi, identificare l’efficacia delle attività e migliorarne la qualità;

- Valutare l'efficacia degli interventi attraverso la conoscenza degli standard di qualità;

Laureati in Infermieristica o titolo equipollente

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Partecipazione alle attività di rete;
  • Esercitazioni;

La valutazione dell’apprendimento verrà effettuata mediante una prova di profitto on line al termine di ciascun modulo. La prova consisterà in una verifica in forma scritta, con questionari a risposte aperte e/o multiple/chiuse. La prova verrà valutata in /30 (trentesimi) e si riterrà superata al raggiungimento del punteggio di 18/30(diciotto/trentesimi).

Il Master è rivolto a laureati in Scienze Infermieristiche e titoli equipollenti