Corso di Laurea Magistrale Biennale in Linguistica Moderna

Il corso offre agli studenti le competenze e le metodologie necessarie ad una comprensione di livello specialistico della struttura e dell’evoluzione della linguistica e della letteratura e delle relative implicazioni nel quadro più generale delle scienze cognitive, sociali, culturali, e della comunicazione, anche in riferimento alle nuove tecnologie digitali. Il corso mira a formare profili professionali di studiosi ed esperti in grado di esercitare le competenze acquisite in diversi ambiti: dalla ricerca di livello avanzato all’insegnamento nelle scuole secondarie.

Ulteriori sbocchi sono legati alle attività professionali di livello avanzato presenti nel settore culturale, della creatività e della inventiva, della formazione, della consulenza linguistica e della comunicazione che sempre più spesso necessitano di soggetti capaci di leggere l’evoluzione del sociale e della cultura.

Il corso prepara alla professione di (codice istat):

  • Revisori di testi - (2.5.4.4.2)
  • Professori di scienze letterarie, artistiche, storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche nella scuola secondaria superiore - (2.6.3.2.5)
  • Professori di discipline umanistiche nella scuola secondaria inferiore - (2.6.3.3.1)
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Geografia economico-politica M-GGR/02 6
1 Didattica delle lingue moderne L-LIN/02 9
1 Lingua e letteratura latina L-FIL-LET/04 12
1 Critica letteraria e letterature comparate L-FIL-LET/14 6
1 Linguistica italiana L-FIL-LET/12 9
1 Insegnamento a scelta 9
1 Lingua inglese L-LIN/12 3
1 Sistemi di elaborazione delle informazioni ING-INF/05 6
2 Psicologia sociale M-PSI/05 9
2 Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/05 9
2 Insegnamento a scelta 12
2 e-Learning e media education M-PED/04 6
2 Prova Finale 24

Insegnamenti a Scelta

Il corso offre agli studenti le competenze e le metodologie necessarie ad una comprensione di livello specialistico della struttura e dell’evoluzione della linguistica e della letteratura e delle relative implicazioni nel quadro più generale delle scienze cognitive, sociali, culturali, e della comunicazione, anche in riferimento alle nuove tecnologie digitali. Il corso mira a formare profili professionali di studiosi ed esperti in grado di esercitare le competenze acquisite in diversi ambiti: dalla ricerca di livello avanzato all’insegnamento nelle scuole secondarie.

Ulteriori sbocchi sono legati alle attività professionali di livello avanzato presenti nel settore culturale, della creatività e della inventiva, della formazione, della consulenza linguistica e della comunicazione che sempre più spesso necessitano di soggetti capaci di leggere l’evoluzione del sociale e della cultura.

Il corso prepara alla professione di:

ESPERTO NELLA FORMAZIONE LINGUISTICA, ovvero professionisti in grado di occuparsi con competenza di:

  • progettazione e gestione di percorsi didattici e formativi in ambito linguistico;
  • indagine e ricerca, a livello avanzato, sullo sviluppo di esperienze e attività didattiche e formative in ambito linguistico;
  • consulenza nell'elaborazione di metodologie didattiche innovative e sperimentali finalizzate all'insegnamento-apprendimento in ambito linguistico.
Ambiti di applicazioni, per questo profilo, sono:
  • centri linguistici, enti e associazioni pubbliche e private che si occupano di formazione linguistica in Italia e all'estero;
  • istituzioni e agenzie educative in Italia e all'estero.
CONSULENTE LINGUISTICO, ovvero professionisti del settore della:
  • consulenza per la progettazione e la realizzazione di attività inerenti alle questioni della mediazione interlinguistica e interculturale;
  • organizzazione e gestione di forme innovative di mediazione linguistica;
  • coordinamento delle attività di editing e revisione di testi nei loro aspetti linguistici;
  • analisi degli aspetti linguistici di testi specialistici e scientifici.
Ambiti di applicazioni, per questo profilo, sono:
  • enti pubblici e privati (nel settore sociale);
  • enti pubblici e privati che si occupano di rapporti interlinguistici e interculturali;
  • istituti di cooperazione nazionali e internazionali;
  • aziende editoriali

Per essere ammessi al Corso di laurea è necessario:

essere in possesso della laurea triennale o del diploma universitario triennale o della laurea quadriennale o di altra laurea specialistica o magistrale o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Il titolo di laurea di primo livello dovrà essere conseguito (ex D.M. 270) nelle classi: L-3, Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda; L-10, Lettere; L-11 Lingue e culture moderne; L-12, Mediazione linguistica; L-19, Scienze dell'educazione e della formazione, e corrispondenti titoli equiparati rispetto ai previgenti ordinamenti; o aver acquisito preliminari conoscenze curriculari nei seguenti ambiti disciplinari per un totale di 48 CFU così distribuiti:

6/12 CFU nell'area linguistica e glottodidattica:

  • L-FIL-LET/12 - Linguistica italiana L-LIN/01 - Glottologia e linguistica
  • L-LIN/02 - Didattica delle lingue moderne

12/18 CFU nell'area filologico-letteraria:

  • L-FIL-LET/04 - Lingua a letteratura latina
  • L-FIL-LET/09 - Filologia e linguistica romanza L-FIL-LET/10 Letteratura italiana
  • L-FIL-LET/11 Letteratura italiana contemporanea L-FIL-LET/12 Linguistica italiana
  • L-FIL-LET/13 Filologia della letteratura italiana
  • L-FIL-LET/14 Critica letteraria e letterature comparate

18/24 CFU nell'area storica, geografica, artistica e delle scienze umane: L-ART/01 - Storia dell'arte medievale

  • L-ART/02 - Storia dell'arte moderna
  • L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea
  • L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro L-ART/05 - Discipline dello spettacolo
  • L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione L-ART/07 - Musicologia e storia della musica M-FIL/05 - Filosofia e teoria dei linguaggi
  • M-F IL/06 - Storia della filosofia M-GGR/01- Geografia
  • M-G GR/02 - Geografia economico-politica M-PED/01 - Pedagogia generale e sociale M-PED/02 - Storia della pedagogia
  • M-PED/03 - Didattica e pedagogia speciale M-PED/04 - Pedagogia sperimentale
  • M-STO/01 - Storia medievale M-STO/02 - Storia moderna
  • M-STO/03 - Storia dell'Europa orientale M-STO/04 - Storia contemporanea
  • M-STO/05 - Storia della scienza e delle tecniche M-STO/06 - Storia delle religioni
  • M-STO/07 - Storia del cristianesimo e delle chiese
  • M-STO/08 - Archivistica, bibliografia e biblioteconomia SPS/01 - Filosofia politica
  • SPS/02 - Storia delle dottrine politiche SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche SPS/05 - Storia e istituzioni delle Americhe
  • SPS/07 - Sociologia generale
  • SPS/08 - Sociologia dei processi culturali e comunicativi SPS/10 - Sociologia dell'ambiente e del territorio

6/12 CFU nell'area delle lingue straniere:

  • L-LIN/03 - Letteratura francese
  • L-LIN/04 - Lingua e traduzione - Lingua francese L-LIN/05 - Letteratura spagnola
  • L-LIN/06 - Lingua e letterature ispano-americane L-LIN/07 - Lingua e traduzione - Lingua spagnola L-LIN/08 – Letteratura portoghese e brasiliana
  • L-LIN/09 - Lingua e traduzione - Lingue portoghese e brasiliana L-LIN/10 - Letteratura inglese
  • L-LIN/11 - Lingue e letterature anglo-americane L-LIN/12 - Lingua e traduzione - Lingua inglese L-LIN/13 – Letteratura tedesca
  • L-LIN/14 - Lingua e traduzione - Lingua tedesca L-LIN/15 - Lingue e letterature nordiche
  • L-LIN/16 - Lingua e letteratura nederlandese L-LIN/17 - Lingua e letteratura romena
  • L-LIN/18 - Lingua e letteratura albanese L-LIN/19 - Filologia ugro-finnica
  • L-LIN/20 - Lingua e letteratura neogreca L-LIN/21 - Slavistica.

Sono inoltre richieste:

  • una solida conoscenza della lingua italiana, con particolare riguardo alle competenze nell’italiano scritto verificate mediante un test in forma scritta;
  • una conoscenza della lingua straniera europea adeguata ad affrontare uno studio specialistico attestata dall’eventuale possesso di CFU in discipline di pertinenza conseguiti durante precedente Corso di Studi o da altra certificazione linguistica riconosciuta a livello internazionale (livello B2).

Il costo della retta è di € 3.000,00. Per gli studenti diversamente abili e per quelli iscritti ad una delle associazioni, sindacati o enti convenzionati con l'Ateneo, sono previste particolari agevolazioni economiche. Il pagamento può essere effettuato online in modalità e-commerce o a mezzo bonifico bancario.

Iscriversi è semplicissimo, ed è possibile farlo in qualunque periodo dell'anno, senza alcun costo aggiuntivo. Puoi iscriverti attraverso l'apposita documentazione da scaricare ed inviare a mezzo posta, in alternativa potrai recarti presso uno dei nostri centri d'orientamento in Italia o direttamente in sede per farti assistere nella procedura d'iscrizione che avrai scelto.

Alla ricezione della documentazione cartacea da parte della Segreteria Generale, verrà segnalata via e-mail l'avvenuta immatricolazione e comunicate all'utente le credenziali (username e password) per l'accesso alla piattaforma e-learning. Ricevute le credenziali, per accedere alla piattaforma sarà necessario inserire i campi username e password nella sezione Accedi alle Aree di Studio sul sito www.unipegaso.it.

La metodologia didattica dell'Università Telematica Pegaso prevede l'utilizzo di percorsi didattici costituiti da learning objects (unità di contenuto didattico), in cui convergono molteplici strumenti, materiali e servizi, che agiscono in modo sinergico sul percorso di formazione ed apprendimento dello studente. Quest'ultimo, infatti, dispone:

  • delle videolezioni disponibili 24h su 24;
  • delle dispense della lezione, con riferimenti bibliografici e note;
  • delle slides (arricchite da testi, tabelle, immagini, grafici) commentate in audio dal docente;
  • dei test di autovalutazione per la verifica dello stato di apprendimento.

Ogni studente partecipa alle attività della propria classe virtuale, coordinata da tutor esperti. L'attività di guida/consulenza è svolta attraverso la creazione di spazi virtuali interattivi sincroni ed asincroni (forum, web conference, sessioni live, etc.) o, in caso di richieste di chiarimenti personalizzati, via e-mail.

La verifica di profitto finale si svolge in presenza presso le nostre sedi sul territorio nazionale ed è affidata alla Commissione nominata dal Rettore e presieduta dal docente titolare della disciplina. I criteri adottati per la valutazione sono determinati da:

  • i risultati di un determinato numero di prove intermedie (test on-line di verifica dell'apprendimento, sviluppo di elaborati, eventuali attività di laboratorio, etc.);
  • la qualità della partecipazione alle attività on-line (frequenza e qualità degli interventi monitorabili attraverso la piattaforma);
  • i risultati della prova finale in presenza presso le strutture universitarie.

Nell'ambito di ogni corso, gli studenti sono sottoposti, per ciascuna disciplina, ad una prova in itinere, obbligatoria ma non determinante per l'ammissione all'esame finale, allo scopo di monitorare costantemente l'apprendimento. Le prove possono essere costituite da:

  • test (a risposte chiuse, a risposta aperta, a scelta multipla, etc.)
  • esercizi;
  • simulazioni;
  • elaborati di tipo progettuale.